• LinkedIn
  • Join Us on Google Plus!
  • Subcribe to Our RSS Feed

IN CHE TEMPO SIAMO OGGI SECONDO LE PROFEZIE?

mercoledì 24 agosto 2011

LE VERE SENTINELLE CHE AVVERTONO DEL PERICOLO NEL TEMPO DELLA FINE - (di Asher)


 

A chi spetta oggi, in questo mondo di tenebre, compiere il ruolo della sentinella?
-->



-->
Nel libro d’Isaia (62:6-7), è scritto:
Sulle tue mura, Gerusalemme, ho messo sentinelle; non devono mai tacere, né giorno né notte. Devono sempre ricordare a YAHUVEH le sue promesse, senza fermarsi. Non devono dargli tregua finchè non renderà gloriosa Gerusalemme, finchè tutti la loderanno sulla terra”.

In questa guerra contro Gerusalemme, che rappresentava la Volontà di Eloah sulla terra, iniziata alla Creazione della razza umana, sono state coinvolte tutte le generazioni; sì perché il padre della menzogna è da molto tempo che muove opposizione ai progetti divini, odio contro il Regno di Eloha YAHUVEH e tutti gli esseri umani che vogliono farne parte. L’Onnipotente per mezzo del profeta Isaia avverte continuamente gli uomini di quel tempo, ma anche gli uomini “moderni”, della venuta del Suo Regno e ha fatto scrivere per mezzo dei Suoi profeti che SION è il Suo Regno; un Regno spirituale in divenire come Egli stesso, che deve ancora manifestarsi materialmente qui sulla terra. Queste mura sono spirituali e YAH le ha poste a protezione contro gli attacchi di un nemico a noi invisibile, che vuole la fine dei progetti divini, la morte di tutti gli esseri umani e soprattutto degli appartenenti al Popolo di YAH! 

Chi sceglie di farne parte, è chiamato a svolgere anche il ruolo di sentinella avvisando, senza stancarsi, di questo nemico spirituale che insidia le nostre vite annunciando la venuta del Suo Regno. Annunciarlo è considerata pazzia per gli uomini privi di fede perché non esistono prove di questa venuta. Allora perché crederci? E’ vero che fotografie pubblicitarie della Gerusalemme Celeste non ce ne sono, però il MashiYah durante la sua esistenza terrena ha dato molte anticipazioni di come sarà il Regno del Padre, e le prove sono scritte nei Vangeli, per chi crede con Fiducia.

La parola di YAHUVEH mi fu rivolta in questi termini:
«Figlio d'uomo, parla ai figli del tuo popolo e di' loro: "Quando io farò venire la spada contro un paese e il popolo di quel paese prenderà in mezzo a sé un uomo e se lo stabilirà come sentinella, ed egli, vedendo venire la spada contro il paese, sonerà il corno e avvertirà il popolo; se qualcuno, pur udendo il suono del corno, non se ne cura, e la spada viene e lo porta via, il sangue di quel tale sarà sopra il suo capo; egli ha udito il suono del corno, e non se n'è curato; il suo sangue sarà sopra di lui; se se ne fosse curato, avrebbe scampato la sua vita. Ma se la sentinella vede venir la spada e non suona il corno, e il popolo non è stato avvertito, e la spada viene e porta via qualcuno di loro, questo sarà portato via per la propria iniquità, ma io domanderò conto del suo sangue alla sentinella» (Ezechiele 33:1-6)  

Ezechiele, dietro comando di Eloah deve far notare agli Israeliti che cosa succede quando viene la guerra, che porta ditruzione e morte contro una nazione, e quali sono le sue conseguenze sulla popolazione se essa NON VIENE AVVERTITA. Quel popolo deve avere uno dei suoi uomini per fare la sentinella, che si assuma la RESPONSABILITA' DI ESSERE BEN SVEGLIO E ATTENTO PER AVVERTIRE IL POPOLO, quando vede venire l’esercito nemico nel proprio territorio, deve suonare la tromba e avvisare la gente, per farla fuggire o nascondere dalla distruzione e dalla morte.  E SE NON lo fà, la sentinella sarà RESPONSABILE DEL SANGUE ALTRUI.
 
E’ indispensabile rammemorare che questa guerra è prima di tutto spirituale ma che in ogni caso avrà degli effetti nelle nostre vite. Eloha per mezzo delle sentinelle continua a dire tutt’oggi «RAVVEDETEVI» poiché c’è ancora un po’ di speranza di Salvezza, poi il nemico si muoverà per sferrare la guerra totale contro il Popolo di YAHUVEH, e in quel tempo non ci sarà più modo di ravvedersi e fare pace con l’Onnipotente.

Eloha YAHUVEH cerca sentinelle (Isaia 62:6,7) che scelgono volontariamente di svolgere questo servizio, con zelo e fedeltà, perché la negligenza e il tradimento saranno puniti, e chi ripone fiducia in Lui riceverà giustizia; questo è il patto. Lui i patti li mantiene mentre gli uomini pur avendo conosciuto la Verità spesso non hanno fiducia, perchè si allontanano pensando: 
 
Non mi vede, non mi ascolta!”. Così facendo a causa dell’egoismo, rompono il patto con Lui. Il lavoro richiestoci dal Padre deve essere svolto con l’aiuto delle preghiere, con le nostre azioni, e con la fiducia rivolta a Lui. Gli uomini che lo cercano senza stancarsi lo fanno con la certezza che Egli mantiene le promesse; per questo bisogna cercarlo continuamente senza stancarsi, con sincerità e lealtà. Aspettando pazientemente la venuta del Suo Regno non più spirituale, bensì fisico.

Ascolta le tue sentinelle! Esse alzano la voce, prorompono tutte assieme in grida di gioia; esse infatti vedono con i propri occhi YAHUVEH che ritorna a Sion”. (Isaia 52:8)

Le sentinelle del Popolo di YAH gioiscono perché vedono, con i loro occhi spirituali, “YAHUSHUA*” il Suo Unto Re, rappresentante di “YAH che Salva*”, scendere sul Monte Sion che rappresenta il Suo Regno, sull'Universo intero.
 
Il bugiardo oppositore è stato sconfitto!!
 
YAHUVEH per amore incondizionato, ha sempre fatto in modo che il suo messaggio fosse recapitato ai destinatari così come fa un re per mezzo dei suoi ambasciatori, e non importa quali azioni compirono in precedenza, vale a dire prima dell’incarico loro richiesto, poiché YAHUVEH guarda la loro purezza di cuore e spirituale ATTUALE. Eloha li sceglie per la loro incondizionata fedeltà, ed oggi è la stessa cosa. Perciò ognuno deve dire a se stesso che il passato è alle spalle. Il Padre Altissimo cerca operai volenterosi (Luca 9:62). Il Messyah ha predetto quali difficoltà i discepoli avrebbero incontrato e ricordarselo è, oggi più che mai, utile alla salvezza (Matteo 24: 9,14). (Luca 21:12,19) Ma è necessario rimanere svegli (Luca 21:36), essere d’utilità ai fratelli e ricordarsi che il nemico di Eloha, il nostro nemico, agisce in modalità adeguate all’epoca in cui viviamo.

RELAX
Ho visto una tavola imbandita; tutti mangiano e bevono, distesi sui tappeti. All’improvviso c’è stato un ordine: «Ufficiali! Preparate i vostri scudi»! (Isaia 21:5)

Queste non sono parole che appartengono al passato perché, ripeto, l’assedio non è finito e Isaia non parla a degli uomini che combattevano una guerra carnale. Il profeta mette in guardia gli uomini d’oggi dal rilassamento spirituale perché è causa di distrazioni, e in guerra le distrazioni sono mortali, come le seduzioni di questo mondo di tenebre provocano amnesia, allontanano dalla Verità, facendoci dimenticare il perché di questi combattimenti invisibili. Il nemico di YAH non annuncia i suoi attacchi. e nonostante abbia già perso la guerra, costui conta sul fatto che gli assediati, logori da questa battaglia, vadano in cerca di una vana speranza di tregua che spesso è concessa proprio per mezzo di quelle distrazioni che all’uomo risultano più attraenti. Sono in quei momenti di svago che Eloah, fa squillare le trombe alle sentinelle ordinando all’improvviso di prendere gli scudi della fede (Efesini 6:16) rivolgendosi in primis ai pastori delle comunità di fedeli perché gli incarichi che hanno in un’ecclesia sono di gran responsabilità di fronte al Re dei re e non possono farsi cogliere alla sprovvista ma devono essere d’esempio per tutti, con grande forza, umiltà e coraggio. I Pastori che cercano di evitare questi impegni possono compromettere la fede dei fratelli.

YAHUVEH mi ha detto:
«Metti una sentinella di guardia perché riferisca quel che vede. Faccia attenzione, tenga gli occhi ben aperti! Vedrà carri a due cavalli.. » (Isaia 21:6,7)

Le sentinelle devono riferire ai fratelli ciò che la mente carnale ancora non vede; perciò attenzione alla noia, alle tentazioni, al sonno. Chi ancora non riesce a vedere in modo spirituale, deve fidarsi e credere a quelli che invece questa capacità già la possiedono! Gli occhi spirituali devono essere tenuti bene aperti! Solo così si potrà vedere come si muove il nemico e di quali mezzi dispone per l’attacco spirituale.

«Signore ho fatto la guardia, al mio posto, ogni giorno, anche la notte sono stato di sentinella». (Isaia 21:8)

Eloha ho svolto il compito che tu mi hai affidato, giorno e notte, senza addormentarmi. E' questo che dovrebbe dire ogni uomo che dichiara pubblicamente di appartenere al Messyah, come gli apostoli che furono incaricati di svolgere il lavoro di sentinelle, messaggeri, e profeti. E’ l’incarico divino di portare la buona notizia, indicare la Via la Verità e la Vita, senza compromessi e con responsabilità; è una scelta volontaria. Yahushua è la Via che Eloah il Padre ha promesso con la vita eterna a tutti quelli che lo desiderano, e ogni singolo essere umano ha ricevuto in dono la cittadinanza di questo Regno, e un passaporto per cui non c’è bisogno di fare le fila negli uffici. Cè anche il giudizio pronto ad abbattersi contro quelli che si oppongono alla Volontà del Re, anche questo và detto.

CAUSA-EFFETTO


-->
Può suonare la tromba di guerra in città senza che il popolo s’allarmi? Può abbattersi una sciagura in città se YAHUVEH non l’ha provocata? Ebbene, Eloha YAHUVEH, non agisce senza aver prima rivelato le sue intenzioni ai suoi servi, i profeti.(Amos 3: 6,7)

Tutti i veri profeti di Eloah hanno sempre denunciato l'illegalità diffusa, e anche oggi protestano contro le costanti ingiustizie sociali che provocano oppressione ai poveri, contro gli intrighi politici ed ogni forma di corruzione materiale e spirituale. Quindi le invasioni da parte di eserciti nemici contro l'Israele spirituale, rappresentano l’intervento di YAH contro il suo popolo infedele.

Il profeta Amos avverte che il giudizio di Eloah nei confronti degli uomini che si oppongono al Suo volere é severo, ma è Israele che subisce un giudizio molto più severo. I giudizi di Eloah si sono avverati nel passato e purtroppo ancora avverrà alla fine di questi ultimi tempi in cui tutti gli esseri umani stanno vivendo (l’ingiustizia è tuttora in atto) ma, ripeto, per quelli che si dichiarano di appartenere al Popolo di Eloah YHVH, il giudizio sarà ancora più severo. L’Onnipotente prima avverte, mediante i suoi ambasciatori, di quello che accadrà se gli uomini non si ravvedono. 
 
Quando il leone ruggisce chi può non aver paura? Quando Eloha YAHUVEH parla, chi non profeterà”? (Amos 3:8)

Le sue intenzioni le sta rivelando ai suoi fedeli servitori da molto tempo, ma i profeti purtroppo non vengono mai ascoltati. Egli sta dicendo: «BASTA, Ravvedetevi!!». Eloah non è il dio malvagio e ingiusto che molti raccontano. Eloah YAHUVEH fa rispettare le leggi Universali di causa-effetto per il nostro bene, e a queste leggi Universali nessuno può sottrarsi. 
 
Ma c'è un'altro che và in giro come un leone ruggente (il bugiardo oppositore), che s’aggira per sbranare chi s’allontana dalla Verità, chi si isola dall'Assemblea di Yahuveh, chi non si nutre di buon cibo spirituale vero. Cioè l'egoista, il gonfio di orgoglio di sé, il sempiterno confuso nella fede ma molto attento a soddisfare i propri desideri, l’incredulo ipocrita che dice di credere ma non lo dimostra con le opere, il codardo sempre spaventato da ciò che pensano i familiari e gli amici di lui, l'instabile perseguitato dai dubbi e dalle ansietà della vita. 
 
Perciò quando Eloha si sceglie un uomo per portare il suo messaggio, sa bene che quell’uomo avrà il coraggio di parlare e non potrà fare a meno di difendere la verità di YAHUVEH. 
 
Nessuno, sa quando ritornerà il Figlio dell’Uomo (Matteo 24:36) pertanto bisogna rimanere attivi e svegli (Matteo 24:42) senza compromessi. 
 
La vera sentinella quindi avverte dell’arrivo del nemico (esorta al ravvedimento), se però l’uomo, il popolo, non tengono conto degli avvertimenti (se non c’è ravvedimento) si lasceranno sorprendere e uccidere dal nemico (satana) e quell’uomo o quel popolo saranno ritenuti i soli responsabili della propria morte spirituale e fisica. Quando invece è la sentinella a tacere allora sarà considerata responsabile della morte altrui. Se invece l’opera di esortazione non viene ascoltata, l’uomo stolto morirà per le sue colpe e il messaggero avrà salva la vita (Ezechiele 33:4-9). 
 
Eloha è disposto a perdonare, a dimenticarsi del male commesso dagli esseri umani nella loro esistenza, Egli desidera che tutti si pentano e si ravvedanno. Se però il giusto pecca anche dopo anni che ha servito Dio bene, la sua vita non sarà risparmiata, perché avrà peccato contro lo Spirito Santo (Ezechiele 33:12,13).

I dottori della Legge studiavano e insegnavano la Parola però accadeva che la riadattassero secondo i loro interessi egoistici, cosicchè oltre a sviare se stessi deviavano anche il popolo dalla Verità. E siccome le sentinelle appartenevano al popolo anch’esse a volte si deviavano; nonostante fossero state scelte per fare la guardia, esse rimanevano mute, dormivano, e i loro occhi spirituali rimanevano chiusi, le loro coscienze erano ormai sopite (Isaia 56: 10. Amos 6: 1,7).

Tutti quanti si sentivano a posto con la coscienza, convinti di aver fatto il loro dovere nell’aver partecipato all’Assemblea e ognuno s’aspettava un premio, chissà quali benedizioni per le offerte portate davanti all’altare.


-->
ESORTAZIONE

Il dovere di sentinella dev’esser svolto così come descritto nella Bibbia e cè bisogno di tre virtù:

Coraggio Perseveranza e Amore Agape.

Va evitata la pigrizia, il rifiuto di ascoltare gli ammonimenti e le esortazioni dei profeti, degli Apostoli e dei fratelli più anziani e forti nella fede. Paolo descrive molto bene di quale armatura bisogna esser rivestiti (Efesini 6:10,20) perché senza questa protezione spirituale, vale a dire, senza l’aiuto di Eloah, il combattimento è perso in partenza. Il Padre fa dono di questa armatura ai discepoli che riconoscono i loro errori, dimostrano impegno, coraggio, determinazione e preparazione scritturale, altrimenti non si può ottenerlo, questo dono, questa protezione; saranno sempre bersagli falliti e questo aiuto per mezzo del Suo Spirito Santo non potrà esserci.

I fedeli del Popolo di YAH devono riunirsi in Assemblea, perché è volontà Sua, un Suo comando per il bene nostro, ma va fatto con Agape e fede. Questa Assemblea (assemblee in tutto il mondo) è necessaria a mantenere accesa la Verità, necessaria a tutti coloro che sinceramente desiderano rimanere lontani dalle tenebre spirituali che avvolgono questo pianeta, divenire sempre più coraggiosi di fronte all’usurpatore e resistenti alle tentazioni mortifere.

Il Padre Nostro ha mostrato la Via per mezzo di Yahushua Ha MashiYAH ed è stata percorsa da altri messaggeri nel passato, erano fratelli appartenenti al Regno di YAH, e lo dimostrano con le loro opere di fede come esempio da imitare. Chi opera bene merita un salario, e il salario della sentinella fedele è fatto di benedizioni spirituali e materiali insieme alla vita eterna nel Regno Universale di Eloah YHVH.

Chi egoisticamente non ha svolto il lavoro affidatogli, riceverà anch'egli un salario, è il salario del peccato, è la morte!!







 



6 commenti:

Jonathan ha detto...

Il passo di Ezechiele che esorta lo stesso profeta a compiere la sua missione, sennò il Padre dovrà rendergliene conto di non aver avvisato l'empio, me lo sono sempre sentito rivolto a me stesso, e credo sia così per ogni vero servo di Eloha.

Leggere questo post è stato un vero incoraggiamento, anche a voler stare con sinceri fratelli in Yah'u'shua e condividere in Spirito e Verità questa Fede, nonchè edificarci all'Amore Agàpe e alle opere eccellenti e secondo Vera Giustizia.

Yah'u'weh benedica e protegga tutti i suoi umili figli e servitori, nel nome di Yah'u'shua Ha Mashyah!

Yah'mein

Shalom

Jonathan

Andrea (Caserta) ha detto...

Grazie fratelli del pane spirituale che mi avete dato, ne avevo davvero bisogno perchè ero affamato e molto stanco. Spero di potermi cibare di nuovo con ciò che fate, per rafforzarmi ancora di più. Ho molto bisogno perchè mi sento tanto triste anche se vado in chiesa e prego molto. Sono spesso depresso e abbattuto perchè vedo molti problemi nella mia vita che non si risolvono mai. Temo per il mio futuro e quello della mia famiglia. Perdonatemi delle mie chiacchiere e lamentazioni umane, ma Dio vi benedica insieme a Gesù, Giuseppe e Maria, Amen.
Andrea (Caserta)

Jonathan ha detto...

Caro Andrea.

Tutti nella vita passano momenti di dolore personali, ed a ciò aggiungiamoci pure i "i dolori globali" (che sono prossimi, dato che già stiamo vivendo la "Grande Tribolazione").

Non pensare di dare fastidio con le tue "lamentele", perchè chi ha vero amore agàpe ascolta il prossimo che soffre ;) Tutti soffriamo e a volte ci sentiamo abbandonati. Leggiti il libro di Giobbe e le Lamentazioni di Geremia, e scoprirai che anche gli uomini di Eloha Yah'u'weh soffrono come tutti. Persino il Messia ha sofferto fino alla fine: "Il Figlio dell'uomo non ha un posto dove posare il capo".

Ma è anche vero che è scritto che la tribolazione produce perseveranza, e che bisogna passare attraverso grandi tribolazioni per entrare nel Regno di Eloha.

Il Padre Onnipotente ti guiderà nel nome di Yah'u'shua Ha Mashyah, che è l'unico mediatore e avvocato nostro (Maria, Giuseppe e tanti altri uomini santi sono stati semplici uomini che ora dormono in attesa della resurrezione).

Finché sei in tempo, ascolta l'appello del Creatore che ti invita a uscire da Babilonia, la madre delle meretrici:
«Uscite da essa, o popolo mio, affinché non siate complici dei suoi peccati e non siate coinvolti nei suoi castighi;" - Apocalisse 18:4

Non affidarti a chiese, preti, vescovi o pastori di comunità od organizzazioni, ma valuta tutto con la Parola del Padre, la Sacra Scrittura. E abbi fede in Lui e nel Messia Suo Figlio.

Vedrai che molti sincerio fratelli cammineranno al tuo fianco :)

Pace e benedizioni dal Padre Yah'u'weh siano su di te, Andrea :)

Amein

Apostolo ha detto...

Grazie Jonathan,

ogi è davvero difficile trovare vere e oneste "sentinelle" in questo mondo, eppure nonostante le apparenze esse esistono (con tutti i loro difetti umani), e sono ancora oggi sulle mura della città (in senso simbolico) per AVVERTIRE la popolazione del pericolo imminente.

Chi vorrà mettersi in salvo secondo i comandi del Padre, lo farà con buona volontà, e chi vorrà auto-salvarsi con la "propria religione" ego-seisitca lo faccia pure, anche se legge la Bibbia non gli servirà a niente.

Infatti le sentinelle, non sono quelle che dicono: "Signore, Signore, noi abbiamo profetato in nome tuo e in tuo nome abbiamo compiuto molte opere potenti; ma io dirò loro: ANDATE VIA DA ME, OPERATORI D'INIQUITA'.."

Ma quelle che fanno, come è scritto: "Quando Signore ti vedemmo avere fame e ti demmo da mangiare, avere sete e ti demmo da bere, fosti nudo e ti coprimmo? Poichè l'avete fatto a uno di questi piccoli (miei veri Discepoli - ndr) è come se l'aveste fatto a me.. venite nel Regno predisposto dal Padre mio.."

Questo significa essere vere sentinelle, fare parte del Popolo di Yah e compiere TUTTE quelle opere che il Messyah ci ha comandato.

Compreso AVVERTIRE, che è una "parte" dell'Opera..!!

Yahuveh aiuti tutto il Suo popolo e lo UNISCA NEL SUO NOME.


Così Sia.

Apostolo ha detto...

Carissimo Andrea (Caserta),

mangiare e nutrirsi è fondamentale per vivere la vita carnale, altrettanto importante è nutrire lo Spirito (Ruàch in ebraico) che è la Fonte della nostra Vita.

Questo cibo spirituale, è un ottimo deterrente contro la mancanza di nutrienti del cibo odierno ;-D

E' scritto: "Chiedete e vi sarà dato, bussate e vi sarà aperto.."

Perciò bussa quando vuoi, chiedi cosa vuoi, e noi faremo il possibile per aiutarti in tutti i sensi.

Su Maria e Giuseppe mi "informerei meglio" prima di pregarli, sai che cosa disse un elohim (dio) inviato come Messaggero a Giovanni nell'Apocalisse..??

" Io, Giovanni, sono quello che ha udito e visto queste cose. E dopo averle viste e udite, mi prostrai ai piedi dell'angelo che me le aveva mostrate, per adorarlo.
Ma egli mi disse: «Guàrdati dal farlo; io sono un servo come te e come i tuoi fratelli, i profeti, e come quelli che custodiscono le parole di questo libro. Adora Dio!»

(Apocalisse 22:9)


Halelu'Yah

Aser ha detto...

"Noi ci rivolgiamo a Eloha con fiducia, perché egli ci ascolta, se gli chiediamo qualcosa secondo la sua volontà. sapendo dunque che Eloha ascolta le nostre preghiere, noi abbiamo la certezza di possedere già quello che gli abbiamo chiesto".
I° Giovanni 5: 11,17

Andrea, come puoi vedere, ci sono persone (se pur lontane e momentaneamente sconosciute), disposte
a venire in tuo aiuto, spontaneamente. E non dicono parole di circostanza. Se pur lontani siamo qui per dare sostegno a chiunque lo chieda sinceramente, se pur distanti il supporto spirituale reciproco ci fa sentire più vicini allontanando così il senso di solitudine che a volte può avvolgerci, e stancarci. Ma tu non essere triste, sii sereno perché non sei solo, c'è una grande famiglia umana che aspetta anche te, c'è la promessa della salvezza, della vita eterna e la potenza delle preghiere sincere. Eloha mantiene le promesse!

Quando ti rivolgi al Padre Nostro rivolgiti a Lui senza dubitare e unicamente per mezzo di Yahushua Ha MashiYah.
(I° Timoteo 2:5. Ebrei 12,24.)

@ Jonathan e Apostolo:

GRAZIE dei vostri pensieri e della disponibilità che avete manifestato. Li leggo con gioia perché sono in sintonia con le risposte che avrei rivolto ad Andrea; mi avete anticipato :-) E questa è buona cosa!

In verità Shalom

Aser